Paracolpi

Ambiente di lavoro sicuro: l’uso dei profili paracolpi e nastri antiscivolo

La sicurezza in ambiente di lavoro è un tema che riguarda tutti i settori merceologici.

Dall’industria manifatturiera alla logistica, dall’industria alimentare alla grande distribuzione la tutela del lavoratore è più che mai una priorità.

Soprattutto in contesti in cui vengono adoperate macchine per la movimentazione delle merci, come carrelli elevatori, muletti e transpallet, l’esigenza di proteggere chi opera in questi contesti richiede l’uso di accessori professionali.

Con l’uso di profili paracolpi e nastri antiscivolo si può migliorare la visibilità delle scaffalature o mettere in evidenza quelle zone a rischio come pavimenti o superfici in ambienti interni-esterni.

Profili paracolpi per un ambiente sicuro

In particolare dotando le scaffalature di resistenti paracolpi, caratterizzati da un colore segnaletico ben visibile, si riduce la possibilità di incidenti e danni a sfavore degli operatori.

Caratteristiche dei profili paracolpi

I profili paracolpi in schiuma poliuretanica flessibile sono la soluzione ideale per dotare le scaffalature di un sistema antiurto.

Sono una barriera di protezione utile per queste caratteristiche:

  • Visibilità aumentata delle bordature di scaffali, armadi, pareti o carrelli di stoccaggio
  • Protezione dagli urti in quanto la schiuma poliuretanica assorbe l’impatto dagli urti e previene gli infortuni
  • Resistenza a temperature da -30° a +70°
  • Colore conforme alla norma ASR A1.3
  • Classe di incendio conforme alla norma DIN EN 13501-1/classe E.

Con la linea Durable i profili paracolpi si presentano con diversi profili:

  • Profilo angolare con 25-19-35 mm su entrambi i lati.
  • Profilo per superfici piane da 32-40-60 mm.
  • Profilo per tubolari da 32 mm.
  • Profilo per spigoli da 20x8x20mm o 19x8x19mm.

I profili paracolpi angolari sono da posizionare alla base degli scaffali a protezione delle gambe portanti sui due lati esterni.

 

Durable paracolpi

 

Il profilo paracolpi per superfici piane è indicato per proteggere lo scaffale impedendo di urtare direttamente.

Mentre il profilo paracolpi per spigoli attutisce la forza degli urti sui singoli montanti che sorregono le scaffalature.

📣Approfitta della Promozione Primavera di Scriba:

un imperdibile Buono Sconto di Euro 20,00‼️

👉Leggi uno degli articoli più recenti del Blog, iscriviti alla Newsletter e passa in negozio.

💥Ah, puoi usarlo anche sull’e-commerce

 

APPROFITTA DELLA PROMOZIONE IN CORSO !
20€ di sconto
in store & online

 

Ulteriori segnaletiche: nastri antiscivolo e nastri da pavimento

Oltre ai profili paracolpi per scaffali sono utili elementi di sicurezza anche i nastri antiscivolo per pavimenti.

La linea Duraline Grip+ è la scelta ideale per prevenire scivolamenti in ambienti di lavoro dove ci sono gradini, rampe, pavimenti industriali e montacarichi.

 

nastro antiscivolo

 

Questo nastro si adatta alle superfici irregolari forate o modellate come piastre rivettate e lastre mandorlate.

La resistenza allo scivolamento R13 è conforme alla normativa DIN 51130 per un uso professionale e attento alle leggi sugli infortuni sul lavoro.

Ecco che l’uso di questi dispositivi professionali è una risposta alla Direttiva Europea 92/58/CEE che impone l’uso di segnaletica da magazzino che segnali con cartelli, colori e forme geometriche eventuali rischi.

Non aspettare che succedano spiacevoli conseguenze agli operatori del tuo magazzino o stabilimento.

 

Allo store di Scriba trovi il reparto “Sicurezza e lavoro” dove puoi rivolgerti per preventivi gratuiti o test di articoli DPI.

Passa da noi per una consulenza senza impegno o per un aggiornamento sulle ultime novità delle migliori marche in commercio.

Ti aspettiamo!

macchina trita cartone

Come riutilizzare vecchi imballaggi di cartone: con la macchina perfora cartoni di HSM rispetti l’ambiente

Con una macchina perfora cartoni il problema dell’imballo è risolto e nel rispetto dell’ambiente.

Se anche tu, in azienda o in magazzino, hai quantità di imballaggi di cartone che si accumulano e sono da smaltire con la macchina perfora cartoni ora puoi riutilizzarli.

Come riutilizzare gli imballi di cartone

Il cartone usato è possibile riusarlo con l’uso di una macchina perfora cartoni che offre la possibilità di trasformare vecchi imballaggi in materiale di riempimento per i pacchi di spedizione.

Una soluzione green che ti permette di risparmiare tempo, denaro e spazio del tuo magazzino!

Scopri come fare con una macchina perfora cartoni adatta per ogni bisogno, dalle esigenze aziendali a quelle di casa.

 

macchina tritacartoni
Macchina perfora cartoni HSM ProfiPack P425: il top per uso professionale e industriale con 80 kg/h. Su shop.scribanet.com trovi il modello adatto per ogni tua necessità.

Tritura il cartone con una macchina perfora cartoni HSM ProfiPack

Con una macchina da imballaggio HSM ProfiPack P425 e C400 il cartone usato viene trasformato in materiale da imballo per riempire i pacchi di spedizione.

Così si possono ricavare imballaggi per imbottitura sostenibili evitando di usare plastiche o imballi di polistirolo.

Ecco le principali caratteristiche:

  • Inserisci il cartone in una macchina HSM ProfiPack e, in un unico passaggio, il cartone viene tagliato e perforato formando un tappetino utile per assorbire urti e riempire spazi
  • La geometria brevettata con l’uso di rulli di taglio in acciaio temprato assicura che il cartone riciclato sia uniformemente imbottito
  • La scocca, il tavolo di lavoro e i cilindri d’acciaio (resistenti ai punti metallici presenti nei caroni usati) sono studiati per garantire una lunga operatività 
  • Gli imballi sono conformi ai requisiti di sicurezza nazionali e internazionali
  • Le macchine HSM ProfiPack hanno un eccellente rapporto prezzo/prestazioni.

 

macchina perfora cartoni
Macchina perfora cartoni HSM ProfiPack P425: il top per uso commerciale e industriale con 80 kg/h. Su shop.scribanet.com trovi anche il modello HSM Profipack C400 con spedizione direttamente al tuo indirizzo.

HSM ProfiPack P425: la macchina perfetta per ogni esigenza

HSM ProfiPack P425 è una macchina perfora cartoni robusta e dalle prestazioni ottimizzate. Il suo potente azionamento permette la lavorazione di diversi strati di cartone in stuoie imbottite o materiale di riempimento imbottito.

Scopri le sue diverse funzioni:

  1. Connessione trifase o a corrente alternata.
  2. Alta efficienza energetica “Made in Germany”.
  3. Possibilità di espandere l’unità con un set di adattamento per l’aspirazione (versione su richiesta).
  4. Dotazione di ruote girevoli e robuste con un freno di bloccaggio rapido.
  5. Interruttore di arresto di emergenza per blocco immediato.
  6. Robusti alberi da taglio in acciaio massiccio del ProfiPack P425 assicurano un funzionamento continuo e potente, anche sotto carico continuo.
  7. Dimensione e volume d’imbottitura del materiale d’imballaggio prodotto possono essere regolati individualmente.
  8. Rumorostità minima in dB(A): 60-62.
  9. Potenza assorbita dal motore in kW: 2,0.
  10. Dimensioni 77x57x104 cm.
  11. Pannello di controllo con display a LED per un facile funzionamento dell’unità.

Con una macchina di questa dimensione si ottiene una produzione di imballi di 80 kg/h.

Scegli questa soluzione per le tue esigenze d’imballaggio giornaliero!

 

 

Passa a trovarci al nostro store a San Bonifacio (Verona): trovi il personale qualificato che ti può illustrare le caratteristiche delle macchine HSM ProfiPack perfora cartoni.

Potrebbe interessarti anche:

Riciclo del cartone: scegli la nuova macchina tritacartone KOBRA FlexPack

Come spedire un pacco: consigli utili per l’imballaggio

 

 

 

macchina tritacarta

Macchina ecologica per il riciclo del cartone: con Kobra FlexPack risolvi i tuoi problemi

Con la nuova macchina tritacartone Kobra FlexPack il riciclo del materiale di imballaggio è ora possibile.

La soluzione ecologica ed economica è a portata di mano con l’avvento di questa macchina tecnologicamente avanzata.

La Kobra FlexPack ti offre l’opportunità di recuperare i cartoni che hai in ufficio o in casa per proteggere i tuoi oggetti nel miglior modo possibile.

Come usare le scatole di cartone da smaltire?

La Kobra FlexPack trasforma il cartone usato in materiale compresso utile per riempire gli spazi vuoti attorno agli oggetti che devi spedire o riporre in magazzino.

Invece di gettare il cartone usato o preferire costosi imballaggi in plastica per proteggere gli oggetti da spedire, questa è la soluzione più eco-friendly presente sul mercato.

 

Kobra
Con la Kobra FlexPack si può riutilizzare il cartone usato trasformandolo in tappetini utili per l’imballo

Ecco i punti di forza della Kobra FlexPack:

  1. taglia e perfora il cartone trasformandolo in tappetini imbottiti come cuscini
  2. regolazione del taglio dei cartoni da riciclare (max 3 strati di fogli di cartone)
  3. i cartoni inseriti possono avere anche graffette o punti metallici
  4. aspirazione delle polveri da taglio (con optional dell’aspiratore DCS-500)
  5. il volume di compressione del cartone molto rigido è regolabile tramite una robusta paratia posizionata all’uscita del materiale processato.
  6. è presente una scala di larghezza regolabile, che permette all’utente di ottimizzare la misura del cartone in base alle proprie esigenze.

Una macchina che permette di risparmiare materiali e, soprattutto, salvaguardare l’ambiente.

 

Aspiratore DCS-500: elimina le polveri dall’imballo

Con la macchina tritacartone Kobra FlexPack puoi richiedere anche un aspiratore utile per eliminare le polveri sottili che si formano durante il processo di triturazione del cartone.

Questo aspiratore è particolarmente utile per imballaggi che sono inseriti in scatole destinate a contenere materiali elettrici, sistemi elettronici integrati, medicinali e qualsiasi componente che non deve essere contaminato da polveri sottili.

Richiedi una consulenza gratuita al team di Scriba per avere maggiori dettagli!

 

aspiratore
L’aspiratore DCS-500 è la scelta ottimale per togliere le polveri sottili dai tappetini di cartone prodotti dalla KOBRA FlaxPack

 

Se desideri anche tu riutilizzare i cartoni, scopri come usare questa macchina

L’utilizzo della  Kobra FlexPack è agevolato da una serie di funzioni.

  • La macchina è dotata di un tavolo da lavoro largo e comodo per una migliore usabilità
  • La tecnologia Touch Screen permette di gestire le funzioni semplicemente sfiorando i comandi.
  • Una serie di LED indica la capacità di processo utilizzata dall’utente per evitare intasamenti e ottimizzare la distruzione.
  • La presenza di un contaore consente di controllare le ore di funzionamento ed eventuali interventi di pulizia e manutenzione.
  • Inoltre la macchina è la tua scelta vincente in fatto di qualità!

 

kobra
La macchina KOBRA FlexPack è il top di mercato per quanto riguarda le tecnologie utilizzate. Da Scriba trovi tutte le informazioni utili per i tuoi imballaggi. Chiamaci!

Guarda le caratteristriche dei materiali della Kobra FlexPack

Un potente motore a funzionamento continuo 24 ore su 24 consente una grande capacità distruttiva con un basso livello di rumorosità.

Il motore è ad alta efficienza ed è in grado di risparmiare notevolmente sui costi dell’energia elettrica.

Inoltre, la Kobra FlexPack è dotata di tecnologia esclusiva con coltelli di taglio in acciaio ad alto tenore di carbonio.

La nuova FlexPack, con marchio Kobra, di ELCOMAN è il miglior risultato della ricerca di questa azienda leader nella produzione di macchine distruggidocumenti.

 

Chiedi informazioni al personale di Scriba a San Bonifacio (Verona) e passa dallo store per ottenere una consulenza senza impegno.

scarpe lavoro

Scarpe antinfortunistiche Diadora: il top per la tua sicurezza

Nel reparto degli articoli sulla sicurezza sul lavoro di Scriba è arrivata la linea Diadora Utility.

Le scarpe antinfortunistiche di Diadora sono tra le più apprezzate e richieste dai lavoratori dei diversi settori e professioni.

Grazie ai materiali di qualità e al continuo perfezionamento dei livelli di sicurezza e comodità le scarpe antinfortunistiche Diadora riscuotono la piena fiducia di coloro che le indossano per ore e ore.

Diadora Utility significa anche una linea di abbigliamento da lavoro, per uomo e donna, studiata per darti una perfetta vestibilità con un occhio di riguardo all’ergonomia (vedi le pence sulle ginocchia dei pantaloni per agevolare i movimenti).

Se stai pensando di comprare la tua prima scarpa antinfortunistica o devi sostituire un vecchio paio di scarpe da lavoro ormai consumate sei nel posto giusto: vediamo oggi come scegliere le scarpe antinfortunistiche più adatte alle tue esigenze.

Da Scriba trovi le scarpe da lavoro a partire dal n.36 fino al n.46

Per le aziende o magazzini interessati c’è la possibilità di avere in prova gratuita uno o due paia di scarpe antinfortunistiche.

Prendi un appuntamento con Edoardo al 045/6102854 per una consulenza personalizzata.

Scarpe antinfortunistiche: uso e normativa

L’uso delle scarpe antinfortunistiche sul lavoro è indispensabile per garantire la sicurezza del piede ed evitare spiacevoli infortuni.

Soprattutto in settori di lavoro dove ci sono pericoli meccanici e chimici le scarpe antinfortunistiche svolgono un’azione di protezione e prevenzione, dove interviene anche la legge.

La Normativa Europea UNI EN ISO 20345 e il Decreto Legge n. 81/2008, art. 74 in materia DPI sono i riferimenti legislativi ai quali ogni azienda deve obbligatoriamente attenersi.

L’utilizzo della scarpa antinfortunistica è obbligatoria per moltissimi settori, non solo infatti in fabbrica o in cantiere ma anche negli ospedali o nelle mense.

Trova la tua scarpa antinfortunistica

Nonostante la normativa però, possono sorgere diversi dubbi che riguardano il tipo di calzature da scegliere in base alla mansione svolta.

Questo perché le scarpe antinfortunistiche sono fabbricate con materiali particolari e vengono sottoposte a diversi test per verificarne l’efficacia prima di essere messe in commercio.

Conosci la Promozione che ti regala un Buono Sconto di 20 Euro da usare su shop.scribanet.com o in negozio di Scriba a San Bonifacio (Verona)?

Iscriviti alla Newsletter e passa alla cassa!

 

APPROFITTA DELLA PROMOZIONE IN CORSO !
20€ di sconto
in store & online

 

Quali scarpe antinfortunistiche scegliere?

Ogni tipo di lavoro è soggetto a pericoli diversi, quindi le calzature si dividono in tre tipologie in base alla loro destinazione: basse, alte, aperte.

Scarpe da lavoro comode e leggere

Somigliano alle delle classiche sneakers e proteggono solo il piede, non la caviglia.

Sono più comode e flessibili rispetto ad altre tipologie, e rispettano le norme base di sicurezza.

Sono usate per lavori leggeri.

Scarpe da lavoro alte

L’altezza della calzatura arriva a coprire anche la caviglia e, in certi casi, anche il ginocchio quando si tratta di veri e propri stivali antinfortunistici.

Sono il massimo della sicurezza e sono indicate soprattutto per mansioni pesanti svolte in ambienti a rischio come i cantieri.

La classificazione delle scarpe antinfortunistiche

Esistono 2 macro-classi che dividono le tipologie di scarpe antinfortunistiche in base al materiale principale usato per la fabbricazione:

Classe Tipo I Cuoio, pelle o altri materiali escluse le gomme.

Classe Tipo II solo gomma o polimero come poliuretano.

A loro volta queste 2 macro-classi si dividono in altre 3 sottoclassi rispetto alla differente resistenza del puntale in acciaio.

  1. Sottoclasse S
    Scarpe per la sicurezza con un puntale resistente a urti contro oggetti pesanti fino a 20kg. Assorbono l’impatto da 1 m di altezza.
  2. Sottoclasse P
    Scarpe per la protezione con puntale di
    resistenza inferiore rispetto alla sottoclasse S.
  3. Sottoclasse O
    Scarpe per il lavoro senza il puntale di rinforzo.

Verifica la destinazione d’uso

La classificazione si differenzia anche rispetto alla loro destinazione d’uso:

  • SB
    La sigla sta per Sicurezza di Base e racchiude tutte le calzature che in generale soddisfano i requisiti standard e hanno un puntale di acciaio resistente a 200 J.
  • S1
    Possiede un puntale d’acciaio e la suola antiscivolo, antistatica ma senza lamina antiperforazione. Viene impiegata per le mansioni poco a rischio e può essere usata anche per lavori di fai-da-te o giardinaggio.
  • S1P
    Uguale alla scarpa antinfortunistica S1 ma in più ha la lamina antiperforazione.
  • S2
    Rispetto alle precedenti, è impermeabile all’acqua fino a un’ora di immersione del piede.
  • S3
    Sono le scarpe sicurezza più utilizzate e complete. Hanno la lamina antiperforazione sia in metallo, in tessuto o fibra sintetica.
  • S4
    Indicate per i lavori in cui si è esposti continuamente all’acqua. Completamente impermeabili senza limiti di tempo. Non hanno la lamina protettiva.
  • S5
    Uguali alla versione S4, in più possiedono la lamina antiforo.

Le scarpe antinfortuistiche sono, pertanto, un elemento utile e obbligatorio per la tua sicurezza sul lavoro.

Rivolgiti alla tua azienda per richiederne un paio e indossale sempre durante le ore lavorative.

La tua sicurezza è importante.

Passa dallo store di Scriba a San Bonifacio (Verona) per toccare con mano i nuovi modelli di scarpe antifortunistiche Diadora.

 

diadora
Da Scriba trovi la linea Diadora con le scarpe Glove MDS e la linea FLY MATRIX (S1P – S3) per una leggerezza unica nel suo genere

 

Le scarpe da lavoro della collezione Diadora Utility sono pensate per tutti i professionisti che necessitano di calzature antinfortunistiche affidabili e sicure. 

Le calzature antinfortunistiche Diadora sono dotate di tutte le funzioni di sicurezza più importanti perché sono formate da:

  1. Puntale: parte di rinforzo applicata nella punta della scarpa che protegge le dita dei piedi da schiacciamenti o urti;
  2. Lamina anti perforazione: materiale resistente inserito all’interno della scarpa con lo scopo di evitare che oggetti affilati o taglienti raggiungano il piede;
  3. Suola, che può essere antiscivolo, antistatica, antiacido, anti abrasione;
  4. Tomaia, che che offre proprietà impermeabili, traspiranti, protettive verso acidi o calore (a seconda del materiale con cui è realizzata).

 

Se ti interessa l’argomento “Sicurezza sul lavoro” leggi anche:

Sicurezza lavoro: come scegliere prodotti di qualità

Occhiali di sicurezza: come proteggere gli occhi sul lavoro

dispositivi di sicurezza

Occhiali di sicurezza: come proteggere gli occhi sul lavoro

La protezione degli occhi in ambito lavorativo è una delle priorità, dal momento che pericoli possono essere molti.

Dai rischi di natura fisica come le schegge, le particelle di polvere o residui solidi fino alle sostanze chimiche come i vapori, gli acidi e i fumi.

Ci sono anche pericoli termici per gli occhi. Per esempio chi entra ed esce di continuo dalle celle frigorifere subisce sbalzi di temperatura dannosi per la vista.

Pertanto l’uso degli occhiali rientra nella tutela del lavoratore che deve proteggersi da qualsiasi rischio.

Questi ausili sono inseriti nei dispositivi di sicurezza individuale (DPI).

Ecco un breve elenco dei rischi che si possono verificare nelle diverse situazioni lavorative.

Principali rischi per gli occhi

La prima cosa da valutare per la scelta dell’occhiale di sicurezza giusto è l’analisi del rischio al quale si è esposti.

Ci sono 5 rischi principali:

  1. Rischio meccanico: gli occhiali di sicurezza devono proteggervi dagli impatti?
  2. Rischio chimico / biologico: gli occhiali di sicurezza devono proteggervi da prodotti chimici o microrganismi?
  3. Rischio elettrico: gli occhiali di sicurezza devono proteggervi dai raggi UV, dal calore e dalle particelle?
  4. Rischio termico: gli occhiali di sicurezza devono proteggervi da particelle calde o da radiazioni intense?
  5. Rischio dovuto alle radiazioni: gli occhiali di sicurezza devono proteggervi da raggi infrarossi, UV e laser?

Inoltre, occorre considerare le condizioni di lavoro e dell’ambiente. Se lavorate in un ambiente umido, è importante indossare degli occhiali di protezione con un rivestimento antiappannamento.

Se siete obbligati a portare la vostra protezione oculare tutta la giornata è essenziale scegliere degli occhiali di sicurezza di classe 1 (utilizzo permanente).

Nella tabella qui sotto trovate anche altre informazioni.

livelli rischio occhiali

Come evidenziato nell’articolo per ogni lavoro sono stati concepiti occhiali con specifiche caratteristiche.

Vuoi essere sempre informato sulle novità che riguardano sicurezza sul lavoro e DPI?
Iscriviti alla newsletter e ricevi un buono da 20 Euro
da utilizzare sul nostro e-shop oppure in negozio!

 

 

Scriba Srl propone delle convenzioni con aziende o enti anche su scarpe e guanti da lavoro,
con prezzi speciali e prova gratuita degli articoli.

 

Tipologie di occhiali: quali scegliere

La scelta dell’occhiale di protezione più adatto dipende dall’attività svolta e da quali rischi comporta.

Ecco alcuni tipologie di occhiali:

occhiali da lavoro

 

Un altro fattore da considerare nella scelta del tipo di occhiale è la marcatura oculare, che indica il livello di protezione.

Marcatura oculare: guarda il grado di protezione

Tutti gli occhiali di sicurezza hanno una specifica marcatura che riporta il livello di protezione.

Questi codici sono impressi sulla montatura e sono qui sotto riportati.

 

codici sicurezza occhiali
Esempio dei codici relativi alle diverse classi di protezione impressi sugli occhiali di sicurezza

 

Consigli per l’utilizzo

L’uso di questi dispositivi di sicurezza individuali deve sempre essere accompagnato da una corretta informazione sul modo di utilizzo.

Un aspetto da considerare è il confort e questo dipende dai materiali usati nella costruzione del dispositivo.

Anche la visibilità delle lenti, con il tempo, viene alterata. Allora è il momento di sostituire gli occhiali per non perdere la sicurezza del dispositivo.

Ultimo aspetto: assicurarsi che nell’area di lavoro ci siano i dispositivi o una stazione di lavaggio oculare e docce di emergenza per poter lavare gli occhi nel minor tempo possibile.

Allo store di Scriba a San Bonifacio (Verona) trovi il reparto Sicurezza e DPI con le ultime novità su scarpe antinfortunistiche,
abbigliamento e dispositivi di sicurezza individuale.

Vieni a trovarci oppure chiamaci per un appuntamento nella tua azienda!

 

Potrebbe interessarti anche:

sicurezza magazzino

La gestione della sicurezza in magazzino tra rischi e tutela della salute

Una corretta gestione della sicurezza negli ambienti di lavoro è indispensabile per ridurre i rischi di infortuni e prevenire incidenti, spesso gravi.

Adottare una serie di procedure e indicazioni per salvaguardare la salute dei lavoratori significa avere il controllo delle attività svolte all’interno di magazzini di stoccaggio e distribuzione.

Queste aree sono classificate, in base alla normativa italiana sulla sicurezza sui luoghi di lavoro, come situazioni a “rischio medio” e devono considerare il contesto lavorativo.

Da ciò si possono definire i vari livelli di automazione presenti (attrezzature meccanizzate per la movimentazione dei carichi), il numero di addetti e l’eventuale presenza di prodotti pericolosi.

Sicurezza in magazzino: i rischi

Con la valutazione dell’ambiente di lavoro si riesce a definire la tipologia dei fattori di rischio che possono interessare il personale.

Tra questi ci sono:

  • i rischi connessi all’ambiente di lavoro;
  • i rischi dovuti all’utilizzo delle attrezzature (macchinari, carrelli elevatori o pedane mobili);
  • i rischi per la salute del personale.

Da tenere sotto controllo sono i rischi di tipo strutturale come le scale, i parapetti e le rampe di accesso.

Situazioni che possono causare il scivolamento o la caduta degli operatori con un grado di gravità medio-alta.

Ecco che risulta importante adottare una segnaletica ben visibile, soprattutto per la fruibilità delle uscite di sicurezza e delle zone con accesso limitato o con presenza di materiali pericolosi.

Ti può interessare anche l’articolo: La segnaletica in magazzino: gli accorgimenti per rendere sicuro l’ambiente di lavoro

Azione primaria: informare il personale

Fondamentale risulta l’azione informativa degli operatori che devono assimilare vari aspetti teorici e pratici.

Tra questi ci sono:

  • il corretto utilizzo degli strumenti di lavoro come i macchinari e le attrezzature con le relative protezioni, individuali e del macchinario;
  • utilizzare i dispositivi di protezione individuale (DPI) per la sicurezza (scarpe antinfortunistiche, guanti e mascherine);
  • conoscere le procedure di emergenza;
  • adottare un adeguato abbigliamento da lavoro;
  • usare particolari macchinari solo dopo corsi specifici.

 

Articoli sicurezza

 

Articoli utili in magazzino

La sorveglianza e la gestione nei luoghi di lavoro necessita di alcuni articoli di particolare utilità.

Dal riconoscimento dell’identità dei lavoratori alla necessità di comunicare i piani di lavoro settimanali fino alla segnaletica da applicare al pavimento o alle pareti, diversi sono i materiali disponibili.

Tra questi ci sono:

Scopri sullo shop.scribanet.com di Scriba tutti gli articoli studiati per la sicurezza in magazzino.

E ricorda del comodo, veloce ed apprezzato servizio di Home Delivery!

Ecco la recensione di Giovanni Fassio su Google My Bussiness: “Un vasto assortimento di cancelleria e prodotti per ufficio.”