Tritadocumenti

Archiviazione dei documenti e privacy: scegli la sicurezza con la macchina distruggi documenti

La corretta archiviazione dei documenti è importante non solo per semplificare la ricerca del materiale necessario, ma anche per rispettare gli obblighi di legge. 

La conservazione di alcuni documenti è disciplinata da specifiche norme che ne stabiliscono la durata e varia, di norma, da un minimo di un anno a un massimo di 20.

In questo articolo parliamo anche di come smaltire i documenti, in particolare quelli contenenti dati sensibili.

Tempi di conservazione dei documenti

Ecco di seguito i tempi di conservazione dei principali documenti:

  • 2 anni per gli scontrini; 
  • 3 anni per bollo auto, cambiali, parcella professionali e compensi per artigiani;
  • 5 anni per certificazione unica dei redditi, ricevute dei pagamenti delle tasse, pagamenti rateali e mutui, ricevute dell’affitto, assicurazioni, spese mediche, bollettini ICI e multe. 
  • 10 anni per ricevute spese di ristrutturazione, tassa per la nettezza urbana, canone TV ed estratti conti bancari;
  • 20 anni per documenti commerciali relativi a beni immobili. 

Per quanto riguarda invece i principali documenti aziendali i tempi di conservazione sono:

  • 3 anni per le parcelle professionali;
  • 5 anni per le ricevute di pagamento delle tasse;
  • 10 anni per fatture e scritture contabili.

In seguito all’introduzione della fatturazione elettronica, le fatture devono essere conservate in uno dei seguenti formati: Xml, Pdf, Jpg, Txt.

Come mantenere l’archivio in ordine

Per mantenere l’archivio dei documenti in ordine è fondamentale:

  • scegliere le tecniche di archiviazione in base alla tipologia di carta: le scritte degli scontrini, ad esempio, sbiadiscono nel tempo, perciò è necessario fare una fotocopia e mantenerli pinzati;
  • evitare di creare doppie file di documenti e raccoglitori;
  • posizionare l’archivio vicino agli uffici, in modo che la consultazione e la successiva archiviazione siano facilitate.

Da questo punto di vista è fondamentale dotarsi di armadio per archivio documenti cartacei che, essendo suddiviso in scaffali, permette una migliore organizzazione dei raccoglitori.

Inoltre, ogni sei mesi o al massimo annualmente, è necessario procedere con una revisione dell’archivio: durante questa fase gli addetti non solo rivedono tutta la documentazione archiviata, ma si occupano anche di eliminare i documenti che non sono più considerati necessari per legge.

A questo proposito è opportuno ricordare come l’eliminazione dei documenti cartacei possa essere svolta grazie al distruggi documenti, una macchina che, tritando e rendendo illeggibili i documenti, può semplificare in maniera significativa l’attività di archiviazione.

Distruggi documenti Fellowes:
di dimensioni contenute sono perfette per l’ufficio
ma sono adatte anche ad uso domestico o per lo smart working

macchinetritadocumenti
Macchine distruggi documenti Fellowes a microframmenti: Distruggidocumenti LX-211 bianca; Distruggidocumenti LX221 nero  ;   Distruggidocumenti Fellowes bianco LX-201

Le distruggi documenti Fellowes sono macchine a funzionamento silenzioso che rispondono a 6 esigenze:

  1. rilevare e risolvere automaticamente gli inceppamenti;
  2. rilevare automaticamente se le mani o gli animali domestici sono troppo vicini e interrompe la distruzione (tecnologia di sicurezza SafeSense);
  3. hanno feedback continuo, la possibilità di inserire più fogli per volta per massimizzare l’efficienza;
  4. hanno indicatore cestino pieno e indicatore ciclo di lavoro,
  5. avvertono quando il distruggidocumenti sta terminando il suo ciclo di lavoro e necessita di un periodo di pausa.

Scopri

Distruggi documenti Kobra:
la scelta ideale per l’ufficio

distruggi documenti Cobra
Macchine distruggi documenti Kobra a microframmenti: Kobra C1 – Kobra +1SS4Kobra +1CC4, Kobra AF.1 C4

Archivio privacy e dati sensibili

I documenti in archivio privacy rappresentano un aspetto di rilievo nel momento in cui viene organizzato un archivio cartaceo dei documenti di una azienda. 

Infatti, in seguito all’entrata in vigore del GDPR (Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati), è importante attenersi alle regole di conservazione dei documenti cartacei in archivi privacy appositi.

I documenti riservati o sensibili devono essere conservati in armadietti chiusi a chiave il cui accesso è consentito solo a persone autorizzate all’interno dell’impresa.

È necessario perciò creare una area all’interno del proprio archivio cartaceo dedicata ai dati sensibili, con lo scopo di poter tutelare al meglio la privacy dei propri clienti.

Per le stesse ragioni, il loro smaltimento deve svolto attraverso una macchina distruggi documenti. 

Potrebbe interessarti: Come scegliere il distruggi documenti più efficace

 

distruggi documenti Cobra

 

 

 

 

Sistemi di archiviazione: come organizzararsi in ufficio per fine anno

In ufficio una corretta organizzazione dei documenti è fondamentale, in quanto consente di individuare le informazioni più importanti nel minore tempo possibile.

Per questo è importante scegliere il giusto sistema di archiviazione cartacea dei documenti. 

Archivio corrente, di deposito e storico

Un buon sistema di organizzazione dei documenti dovrebbe prevedere la creazione di tre archivi diversi: 

  • archivio corrente: insieme di tutti documenti necessari per la gestione corrente dell’azienda;
  • archivio di deposito: insieme di documenti che devono essere conservati in relazione agli obblighi di legge;
  • archivio storico: insieme dei documenti che anche se hanno esaurito la loro funzione devono essere conservati per esigenze storico-culturali.

Nella maggior parte dei casi i documenti aziendali vengono suddivisi in anni (dal più vecchio al più recente), in categorie e temi.

Ogni categoria prevede di solito anche dei sottogruppi: ad esempio l’insieme dei documenti bancari può essere suddiviso in base ai diversi anni.

Come archiviare documenti cartacei in ufficio nella maniera più efficace?

Le soluzioni di archiviazione dei documenti sono varie, in quando dipendono dalle specifiche esigenze dell’azienda. 

Strumenti per l’archiviazione

Per procedere con l’archiviazione dei documenti cartacei utile aver a disposizione i seguenti strumenti: cucitrice a pinza, buste, etichette adesive, raccoglitori ad anelli, scatole e faldoni.

Inoltre, prima di procedere con l’archiviazione, bisogna assicurarsi di disporre di un numero sufficiente di fascicoli, etichette e raccoglitori per ufficio, in modo da catalogare i diversi documenti. 

Successivamente i passaggi da svolgere sono i seguenti:

  • raggruppare i documenti in categorie e sottocategorie;
  • ordinare i fascicoli in ordine alfabetico/numerico;
  • eliminare documenti cartacei superflui;
  • classificare i documenti per anno o per ordine alfabetico.

Ogni fascicolo e raccoglitore deve essere poi collocato in una posizione specifica nell’archivio dei documenti cartacei in modo da essere facilmente consultabile.

Scopri le promozioni per il tuo ufficio sul nostro e-shop!

Registratori per archivio: come sceglierli

Il registratore è il tipo di raccoglitore più diffuso. In base alle tue necessità di archiviazione puoi scegliere tra:

  1. Registratori commerciali, che offrono una copertina dove conservare il supporto di archivio e sono funzionali per inserire semplicemente i fogli, senza raccoglierli a loro volta all’interno di una busta trasparente.
  2. Registratori protocollo, nei quali i documenti vanno inseriti nelle classiche buste a perforazione. Hanno inoltre un maggior spazio a disposizione, che agevola appunto l’inserimento di buste o piccoli campioni.

Tra i raccoglitori di formato commerciale e protocollo esiste una piccola differenza in termini di dimensioni.

I raccoglitori protocollo sono un po’ più alti, essendo stati progettati per facilitare la raccolta di documenti che vengono inseriti all’interno delle buste a perforazione.

Prima di acquistare i nuovi raccoglitori misura l’altezza dei ripiani dei tuoi archivi: se sono inferiori a 34 cm la scelta adatta è la versione commerciale, anziché la versione protocollo.

Raccoglitori Archivio

💥 I REGISTRATORI sono IN PROMOZIONE fino al 5/01/2022

Registratore Eurofile G55

Registratore in robusto cartone da 2 mm, rivestito sia internamente che esternamente in polipropilene incollato su entrambi i lati.

Dotato di ampia etichetta scrivibile su entrambi i lati e di portaetichetta saldato sul dorso e di bande metalliche di rinforzo che mantengono i bordi della custodia perfettamente diritti anche dopo un lungo utilizzo.

Eurofile è l’ideale per un uso intensivo. Formato Protocollo (LxH) 23×33 cm. Dorso 8 cm. 

Registratore DOX 4 Esselte

Nuovo registratore Dox® 4 dotato di linguella per l’estrazione a scomparsa 3 volte più resistente e un design con presa ergonomica e più agevole.

Struttura in cartone rivestito con carta goffrata antimpronta e rifinito con paralati metallici alla base della plancia.

Custodia in fibrone rivestito con carta nera goffrata trattata antimpronta, interno nero e parabordi verniciati. Meccanismo a leva in acciaio nichelato con pressino.

Dorso in materiale plastico colorato e portaetichette trasparente con etichetta reversibile.

Ogni dox possiede al suo interno un volantino con il codice QR da applicare sull’etichetta e 3 semplici indicazioni per scaricare la app dedicata su App Store e Google Play.

Formato commerciale (LxH) 23×29.7 cm. Dorso 5 cm.

Registratore DOX 5 Esselte

Nuovo registratore Dox® 5 dotato di linguella per l’estrazione a scomparsa 3 volte più resistente e un design con presa ergonomica. Struttura in cartone rivestito con carta goffrata antimpronta e rifinito con paralati metallici alla base della plancia.

Custodia in fibrone rivestito con carta nera goffrata trattata antimpronta, interno nero e parabordi verniciati. Meccanismo a leva in acciaio.

Dorso in materiale plastico colorato e portaetichette trasparente con etichetta reversibile.

Ogni dox possiede al suo interno un volantino con il codice QR da applicare sull’etichetta e 3 semplici indicazioni per scaricare la app dedicata su App Store e Google Play.  Formato protocollo (LxH) 23×34 cm. Dorso 5 cm. Scopri

Criteri di archiviazione dei documenti

Per trovare il sistema di archiviazione più adatto alla propria azienda è necessario:

  • definire la quantità di documenti cartacei che vengono creati quotidianamente;
  • individuare chi li elabora e a chi sono destinati;
  • decidere se utilizzare un ordine cronologico o alfabetico;
  • usare sottocartelle.

Se si sceglie di utilizzare l’ordine numerico i raccoglitori saranno ordinati per numero.

Ciò significa, ad esempio, che i contenitori per le fatture emesse devono aprirsi in modo tale che il primo documento visibile sia l’ultimo ad essere stato emesso. Pertanto, il documento n.1 si trova in fondo, sotto gli altri più recenti.

Se si opta invece per l’ordine alfabetico l’unico criterio da tener presente è il seguente: far in modo che la lettera A sia la prima a esser letta.

Per approfondire potresti leggere:

 

Potresti leggere anche:

Il blog di Scriba: cartoleria scuola e cancelleria ufficio dal 1969

 

Ergonomia in ufficio

Ergonomia in ufficio: con Fellowes una soluzione per ogni problema

Il tema del benessere sul posto di lavoro sta riscuotendo sempre più interesse.

Molte sono le aziende che riconoscono l’importanza dell’ergonomia in ufficio, anche per i benefici che ne derivano, quali l’aumento della produttività e la riduzione dei problemi di salute dei dipendenti.

Mediamente, un impiegato passa 8 ore al giorno seduto alla scrivania davanti al computer.

Lo sapevi che il 43% dei lavoratori europei soffre di problemi alla schiena dovuti da una errata postura nelle ora di lavoro? E che uno su tre soffre di dolore ai polsi?

Vediamo insieme quali sono le abitudini errate che causano questi problemi e come è possibile porvi rimedio.

Le 4 zone di comfort per la perfetta ergonomia in ufficio

Fellowes, un’azienda leader nella produzione di materiale da ufficio ergonomico, ha individuato le 4 Zone di Comfort di una postazione lavorativa:

Zona 1: Evita le tensioni dorsali

Zona 2: Previeni la pressione sui polsi

Zona 3: Allevia i dolori cervicali

Zona 4: Organizza al meglio la tua postazione

Le postazioni di lavoro definite come ergonomiche sono quelle che favoriscono l’interazione degli individui con tutto ciò che rientra nell’arredamento di ufficio, ossia sedie, scrivanie, tastiere del pc ecc.

Una sedia ergonomica, ad esempio, è quella che favorisce la postura corretta di chi sta seduto, evitando così l’insorgere di problemi a schiena e collo.

 

ufficio ergonomico

Vedi i prodotti dedicati all’ergonomia in ufficio sul nostro e-shop:

Dolori di schiena o alla cervicale? Tensione ai polsi?
Una soluzione per ogni problema

La postura scorretta causa dolori ricorrenti alla schiena, problemi di circolazione e gambe indolenzite.

La soluzione prevede l’utilizzo di supporti lombari per schiena e gambe o l’utilizzo di una poltrona da ufficio ergonomica (qui trovi un approfondimento per la scelta di sedie per ufficio e poltrone ergonomiche).

La pressione sui polsi causa invece formicolio di mani e tensione alle braccia: la soluzione suggerita da Fellowes prevede l’utilizzo di un poggiapolsi regolabile e di un tappetino ergonomico per mouse e tastiera.

La posizione non corretta al pc (spesso troppo basso rispetto allo sguardo) provoca di frequente dolori alla cervicale o al trapezio. Il problema si può risolvere con l’acquisto di un supporto per monitor.

 

Fellowes

 

Postazione ergonomica: checklist

Abbiamo creato una semplice checklist con la quale puoi fare un controllo delle tue abitudini e verificare quale è la causa del tuo problema. Verifica se:

   la distanza dal computer è di almeno 50-80 cm.
   il collo è posizionato in maniera dritta (17 gradi di pendenza) e lo sguardo al pc è in linea retta
  le braccia appoggiano sui braccioli della sedia
  la tua schiena è dritta e appoggiata sulla sedia
  le tue gambe sono distese o appoggiate su un poggiapiedi
  i polsi sono dritti e il mouse e la tastiera sono posizionati correttamente
  durante la pausa fai qualche esercizio di stretching per collo e schiena

Hai capito quanto è importante fare in modo che la postazione di lavoro sia ergonomica?

Se ti sei accorto che non rispetti alcuni di questi suggerimenti poni rimedio il prima possibile!

 

👉 Se vuoi passa a trovarci a San Bonifacio (Verona):

il team di Scriba è disponibile per un consigliarti al meglio.

Per approfondire l’argomento leggi:

Smart working: l’indagine di Fellowes sottolinea l’importanza dell’ergonomia

La sedia ergonomica per l’ufficio o lo smart working. Scegli il confort con stile

 

 

etichettatrice

Le nuove etichettatrici DYMO per e-commerce e uffici

In alcuni settori l’utilizzo di un’etichettatrice è fondamentale: dalla grande distribuzione (basti pensare alle confezioni degli alimenti, ai capi di abbigliamento, alle bottiglie) agli uffici (le buste della corrispondenza, le lettere, le fatture, i raccoglitori).

L’etichettatrice è utile anche in casa: per ordinare scatole, documenti accumulati o minuteria varia.

Etichettatrici: utilità

Il compito dell’etichetta è quello di fornire informazioni dettagliate sull’oggetto dove è apposta. 

Le informazioni possono riguardare il contenuto di un prodotto, il prezzo, l’origine degli ingredienti, il nome del produttore, la data di scadenza, i contenuti nutrizionali.

Possono indicare anche l’indirizzo di spedizione o suggerimenti per l’utilizzo di un prodotto e il suo successivo smaltimento. 

Etichettatrice automatica o manuale

Esistono due modi di etichettare i prodotti:

  1. in maniera meccanica, utilizzato in ambito professionale per etichettare prodotti in grandi quantità e di grandi dimensioni;
  2. in maniera manuale, solitamente utilizzato in ambito domestico o nei piccoli uffici.

In questo articolo ti proponiamo di valutare la scelta dell’etichettatrice automatica.

Etichettatrice automatica

Le etichettatrici automatiche procedono in modo automatico all’applicazione delle etichette sui prodotti.

Le loro dimensioni sono piuttosto grandi e vengono utilizzate nella grande distribuzione o in generale quando si deve etichettare una grande quantità di prodotti.

Novità Etichettatrici👇

Prezzatrici
Etichettatrici DYMO sull’e-shop Shop.Scribanet.com

📍L’etichettatrice DYMO® LabelWriter™ 550 Turbo offre una stampa di etichette accurata e ad alta velocità con connettività di rete LAN (si collega alla rete tramite cavo ethernet – stampa da qualsiasi computer).

Con la nuova tecnologia di riconoscimento e visualizzazione del tipo di etichetta è possibile conoscere sempre a colpo d’occhio la dimensione, il tipo e il numero di etichette rimanenti.
La tecnologia termica diretta elimina la necessità di inchiostri o toner costosi.

📍Letichettatrice DYMO® LabelWriter™ 5XL per etichette grandi è perfetta per soddisfare le esigenze di etichettatura di spedizione e stoccaggio dei venditori di e-commerce, poiché stampa di serie etichette di grande formato da 4″ X 6″.

È compatibile con molte delle principali piattaforme di vendita online.

È dotata di una nuova tecnologia di riconoscimento e visualizzazione delle etichette, per sapere  la dimensione, il tipo e il numero di etichette rimanenti.

La tecnologia di stampa termica diretta sostituisce la necessità di acquistare inchiostri o toner costosi.
La stampa è ad alta velocità con una produzione tipica fino a 53 etichette al minuto.

In questo modo vengono prodotte quantità precise di etichette senza la necessità di usare etichette in fogli.ScopriEtichettatrice automatica: utilizzo

Quando si utilizza un’etichettatrice automatica si devono prendere in considerazione tre fattori:

  1. Il senso di svolgimento, che influenza il modo in cui le etichette sono posizionate sulla bobina e il verso col quale vengono applicate sulla confezione del prodotto;
  2. L’anima interna della bobina: si tratta del tubo di cartone su cui vengono avvolte le etichette. La dimensione di questa componente è importante: è questo l’elemento della bobina che deve adattarsi alla perfezione all’etichettatrice;
  3. Il diametro esterno massimo, che varia in base al tipo di etichettatrice e al diametro. In base ad esso si scelgono le bobine delle giuste dimensioni.

 

Se ti interessa puoi leggere: Come spedire un pacco: consigli utili per l’imballaggio

Passa a trovarci da Scriba a San Bonifacio (Verona).

A tua disposizione trovi il personale specializzato per ogni tipo di consiglio sui prodotti per ufficio, scuola e casa.

 

distruggi documenti

Archivio saturo? Con il distruggi documenti risolvi il tuo problema in sicurezza

Anche il tuo archivio è saturo di documenti e pratiche che non apri più da anni?

Verifica quali sono i documenti che hanno superato i dieci anni di vita e di cui ti puoi liberare e fai spazio con il distruggi documenti.

Il trita documenti è una macchina costruita per rendere non usufruibili e non leggibili tutte quelle informazioni riportate su carta e che contengono dati sensibili come informazioni dell’ufficio personale o bilanci ma anche documenti personali come cartelle cliniche o estratti conto.

Distruggi documenti: come sceglierlo

Se stai pensando di acquistare un distruggi documenti per casa o per l’ufficio approfitta della promozione Rexel valida fino al 5.11.2021.

Prima però leggi con attenzione qui di seguito per capire di che tipo di trita documenti hai bisogno.

Classificazione del taglio

La classificazione del taglio che subisce la carta inserita nel trita documenti è stabilita in base al numero di pezzi tritati e alla finezza del foglio tagliato.

Più fine è il taglio e maggiore è la sicurezza in quanto diventa difficile l’assemblaggio del documento.

Si parte dal livello P2, che permette ancora la ricomposizione del foglio, al livello P7, dove il foglio tritato è quasi polvere e dunque non riconponibile (livello massimo di sicurezza).

Il consiglio è quello di orientarsi nei due livelli intermedi:

Livello P4 – con foglio tritato in 400 pezzi

Livello P5 – con foglio tritato in 2000 pezzi.

💥Le macchine trita documenti Rexel, in Promozione da Scriba fino al 5 novembre 2021, sono poco ingombranti, hanno un prezzo vantaggioso e sono adatte per tutti.

Tritadocumenti

 

Per la tua professione in smart-working affrofitta della Promozione di Scriba. I modelli da scegliere sono in numero limitato!

👉 Scegli il tuo distruggi documenti considerando i seguenti aspetti:

  1. Sicurezza (livello minimo di triturazione P4)
  2. Potenza del motore in base all’utilizzo
  3. Materiale da distruggere (CD, fogli cambrettati, schede magnetiche)
  4. Risparmio energetico
  5. Uso (per uffici piccoli o per i documenti personali – per uffici grandi)
  6. Qualità delle lame e silenziosità
  7. Dimensioni

👉 Se ti interessano macchine più potenti, per il tuo ufficio, leggi l’approfondimento: Distruggi documenti: come scegliere la macchina giusta per le tue esigenze

Risparmio energia: ufficio eco-friendly

Anche per l’ufficio il risparmio di energia è divenuto un obbligo verso le nuove generazioni e le case produttrici di macchinari per l’ufficio quali stampanti o tritadocumenti hanno concentrato la loro ricerca per un maggiore risparmio di energia nel rispetto per l’ambiente.

In commercio ci sono modelli di distruggi documenti che accumulano l’energia e la rilasciano a fine del ciclo distruttivo, permettendo il funzionamento in uno stato ibrido.

In questo modo la macchina completa la triturazione senza consumo di energia in quanto è scollegata dalla rete elettrica.

Prenota un appuntamento con il personale specializzato di Scriba per scegliere la macchina giusta perle tue necessità.

Scriba mette a disposizione un ampia gamma di modelli distruggi documenti scegliendoli tra le case produttrici più affidabili.

Chiama al 045/ 610 28 54 o vieni a trovarci in negozio

 

 

 

 

archivio

Come organizzare l’archivio dei documenti del tuo ufficio

L’archiviazione delle diverse tipologie di documenti, dalle fatture ai contratti o dalle bollette agli estratti conto delle banche, richiede una precisa gestione.

E indispensabile organizzare al meglio l’archivio documenti in modo da recuperare velocemente ciò che serve.

Inoltre, ordinare e gestire al meglio contenitori e spazi è il primo passo per essere sicuri di non perdere niente ed essere pronti in caso di una verifica.

Come archiviare i documenti

Sono due i sistemi di archiviazione usati negli uffici: il sistema numerico e quello alfabetico.

Il sistema numerico è il più usato e richiede solamente di indicare il numero di partenza della numerazione per poi aggiungere l’ultimo numero a completamento dello spazio disponibile nel raccoglitore. Il sistema alfabetico invece richiede di:

  1. Archiviare considerando prima il nome e poi il cognome della persona, o viceversa;
  2. Considerare o meno l’articolo determinativo dell’azienda (Es La Rotonda);
  3. Utilizzare la sigla dell’azienda o la denominazione estesa della stessa.

Scegli tu il sistema che più ti rende sicuro e, nel contempo, valuta il modello di registratore ideale per l’archiviazione.

Registratori: scegli tra i modelli con un ottimo rapporto qualità/prezzo

Il metodo migliore per raccogliere i documenti nel tuo ufficio è quello di scegliere un registratore che abbia tre qualità:

  1. buona robustezza del cartoncino (ideale uno spessore di 2 mm);
  2. meccanismo interno apri/chiudi resistente che regga un peso di almeno 2 kg;
  3. dorso riscrivibile.

Visita lo shop.scribanet.com e guarda il nostro assortimento di registratori per l’archivio.

Trovi un ampia gamma di raccoglitori di diversi brand per tutte le tue necessità di archivio.

Registratori
Registratori ESSELTE e OXFORD in Promozione. Registratori Esselte DOX e LEITZ in pronta consegna

“Leitz” e “Dox”: la qualità che dura nel tempo

Registratore Leitz è un registratore che rappresenta il massimo dal punto di vista della qualità e della praticità.

Il meccanismo brevettato “Leitz 180°” rende più facili e rapide le pratiche di archiviazione ed estrazione dei documenti.

La particolare apertura, studiata e realizzata con un meccanismo unico nel suo genere, risulta infatti più ampia del 50% permettendo di svolgere le operazioni di inserimento più velocemente.

I fogli  possono essere inseriti da entrambi i lati, evitando di dover richiudere il meccanismo per poi riaprirlo ogni volta che si deve inserire un documento nella parte sinistra del registratore.

Il registratore Leitz è realizzato in robusto cartone da 2,4 mm, con rivestimento esterno in polipropilene (finitura similpelle) e carta interna plastificata (effetto perlato). La custodia è rivestita in carta goffrata con grafica bicromatica e con etichetta estraibile in modo da riutilizzarlo nel tempo.

Praticamente un registratore con tre caratteristiche vincenti:

  1. Pratico
  2. Resistente
  3. Riutilizzabile

Scopri la nuova MydoxApp di Esselte

Il Registratore Dox ti permette di scaricare una applicazione, la mydox app (disponibile per i modelli dox 1, 2, 4, 5).

Leggendo il QR che trovi sull’etichetta puoi:

  1. Conoscere il contenuto del tuo dox senza aprire l’archiviatore
  2. Lanciare una ricerca sulla app per sapere dove è collocato il dox che stai cercando
  3. Scoprire in quale dox è archiviato un documento che non trovi
  4. Usufruire della «to do list» e dello scadenziario
  5. Condividere l’archivio con i colleghi e avere accesso online tramite PC e MAC

Eselte app
La sua resistenza, inoltre, è 3 volte superiore agli altri raccoglitori ed è caratterizzato da un design con una presa ergonomica, più agevole e arrotondata (l’area rientrante suggerisce il gesto per estrarre correttamente).

La struttura in cartone rivestito con carta goffrata antimpronta e rifinito con paralati metallici alla base della plancia, lo conferma come un prodotto di fascia alta.

Il registratore Dox si presenta con un meccanismo a leva in acciaio nichelato con pressino. Il dorso è in materiale plastico colorato con porta etichette trasparente.

È la scelta ottimale con il rapporto qualità/prezzo migliori.

È il registratore più scelto e che riscontra la fiducia dei clienti storici.

 

Leggi anche: Scegli l’ufficio Eco con le scatole per l’archivio in cartone Esselte

Scopri i raccoglitori in PromozionePromozione

Passa dal negozio di Scriba a San Bonifacio (Verona) e lasciati consigliare dal nostro personale specializzato.

Ti aspettiamo!